1
0 %
Italiano
Inglese
Tedesco
1
Seleziona un'area di ricerca oppure inserisci una parola chiave
Filtra i contenuti per tipologia o categoria
Centro dell area di ricerca Effettua la tua prima ricerca per visualizzare questo dato
Raggio dell'area di ricerca Effettua la tua prima ricerca per visualizzare questo dato
Numero di contenuti e di categorie
Annulla
Reset
Around You
Seleziona
Deseleleziona
159 results in 17 categories
    Toggle Info

    Holt Lauren

    Las Vegas, Nevada, Stati Uniti

    07

    Jun

    2018

    SHARE

    Chateau Mouton Rothschild

    Château Mouton Rothschild, 33250 Pauillac, Francia - 0.67 Km
    Nessuna immagine da visualizzare

    Nel 1853 il barone Nathaniel de Rothschild, che desiderano servire il proprio vino ai suoi ospiti di prestigio, acquista Château Brane - Mouton all'asta. La tenuta, a Pauillac nel cuore del Médoc, d'ora in poi porterà il suo nome: Château Mouton Rothschild. Nel 1924 il barone Philippe de Rothschild, pronipote del barone Nathaniel, prende il destino della tenuta in mano nel 1922. Due anni dopo, insiste che tutto il vino, finora consegnato a Bordeaux commercianti di vino in botti, deve essere imbottigliato al castello. Anche nel 1924, Baron Philippe chiede a Jean Carlu di progettare l'etichetta ma l'iniziativa , in anticipo sui tempi , non si ripete . Nel 1926 la decisione di imbottigliare il vino al castello significa più spazio di archiviazione è necessaria lì . La spettacolare di 100 metri di lunghezza di Grand Chai (Great Barrel Hall), progettata dall'architetto Charles Siclis, è stato costruito nel 1926. Nel 1933 in uno spirito di lealtà al Médoc, nel 1933 Baron Philippe acquisisce una piccola impresa vinicola a Pauillac, destinato ad un futuro fiorente sotto il nome con cui è ormai noto , Baron Philippe de Rothschild SA. Fra gli altri vini, l'azienda produce e commercializza Mouton Cadet, creato nel 1930 e ora leader del marchio AOC Bordeaux del mondo. Nel 1945 per celebrare la vittoria degli Alleati e segnare il suo ritorno nelle sue terre, Baron Philippe chiede l'artista Philippe Jullian per illustrare l'etichetta di Mouton Rothschild: la "V" di vittoria appare sulle bottiglie, per acclamazione universale. Da allora , l'etichetta per ogni annata è stata illustrata con la riproduzione di un'opera d'arte originale appositamente creato per Mouton da un artista contemporaneo. Nel 1973, dopo una lunga lotta da Baron Philippe, Château Mouton Rothschild raggiunge lo status di Premier Cru Classé (classificata First Growth) di cui era stato ingiustamente privato nella classifica 1855. A seguito di un decreto firmato da Jacques Chirac , allora ministro dell'Agricoltura , Mouton si unisce ufficialmente una élite a cui aveva appartenuto de facto per molti anni. Nel 1991 Con 1991 annata , Château Mouton Rothschild firma le prime bottiglie di Aile d'Argent. Questo vino bianco secco di alta qualità è prodotto a partire da 7 ettari ( 20 acri) di viti nella vigna Mouton Rothschild, piantati con varietà di uve bianche nei primi anni 1980 (57% Semillon, 42 % Sauvignon, 1 % Muscadelle). Nel 1993 la baronessa Philippine crea un secondo vino, Le Petit Mouton de Mouton Rothschild , che trova presto il suo posto e il suo mercato . Generalmente fatto con uve provenienti da vigneti più giovani selezionati, riceve la stessa cura e attenzione come la prima crescita. Nel 2003 Château Mouton Rothschild celebra il suo 150°anniversario . In una partenza da tradizione, la baronessa Philippine dedica l'intera etichetta al suo antenato barone Nathaniel de Rothschild (1812-1870), che ha acquisito Mouton 11 maggio 1853. Barone Nathaniel compare sull'etichetta in una fotografia del tempo, contro uno sfondo che riproduce parte l'atto di acquisto della tenuta . Il documento , preziosamente custodita negli archivi Mouton, segna l'inizio di una lunga storia d'amore tra i Rothschild ei vini di Bordeaux. Nel 2006 il 28 settembre , in un'asta organizzata da Christie a Beverly Hills, un sacco di dodici bottiglie di Mouton Rothschild 1945 va per $ 290,000, e un sacco di sei magnum della stessa annata per $ 345,000. Château Mouton Rothschild 1945 diventa vino più costoso del mondo. A tutto ciò, come ciliegina sulla torta, si può citare la creazione del primo vino di qualità franco-californiano, l’Opus One, nato in partnership con Robert Mondavi. Nel 2012 una splendida sala tino entra in servizio presso Mouton . Progettato e costruito dallo scenografo Richard Peduzzi e l'architetto Bordeaux Bernard Mazières in consultazione con Philippe Dhalluin, Managing Director responsabile per i castelli della società di famiglia, unisce tradizione e tecnologia all'avanguardia e comprende una sala di degustazione con vista sui vigneti.

    Dai voce alla tua opinione! Vota questo contenuto.
    Sposta il mouse sulle stelle e clicca per votare
    1
    1 1 1
    1 1 1
    1