museo-di-anatomia

museo-di-anatomia

Museo di Anatomia

Via Luciano Armanni, 5, 80138 Napoli, Italia

by Lara Kipling
294K

Overview

Rimasto chiuso per oltre 30 anni il 14 Marzo 2016 ha riaperto i battenti. Il Museo Anatomico della Seconda Università di Napoli (SUN) è una delle più interessanti ed antiche istituzioni scientifiche del settore. Oggi fa parte del MUSA (centro musei universitari) della SUN assieme al Museo Farmacologico, agli archivi museali universitari, alle sezioni di Farmacologia, di Stomatologia, quella Bibliografica e quella Artistica. Le raccolte museali del Museo di Anatomia derivano sia dalle antiche collezioni degli ospedali storici napoletani che da quelle dei gabinetti dei naturalisti del cinquecento e del seicento. Il Museo possiede collezioni molto importanti e ricche che comprendono anche strumentazioni quali strumenti anatomici, microtomi, microscopi, bilance, micromanipolatore ecc.. che consentono di documentare l’evoluzione e i risultati raggiunti dalla medicina nelle diverse epoche. Il Museo iniziò a prendere “forma” grazie al lavoro di Giovanni Antonelli, docente di anatomia dal 1870 al 1914, che sistemò l’esposizione nell’attuale sede del convento di Santa Patrizia. Il museo ha riaperto in parte nel 1997 dopo anni di chiusura a seguito del terremoto del 1980 ma l’ingresso era riservato agli addetti ai lavori. Del Museo sono famose le cere anatomiche, quelle relative alle pietrificazioni, ai trofei indio, le collezioni di scheletrologia e le mostruosità fetali. Molto importante la sezione di Farmacologia che conserva una vasta quantità di reperti e apparecchiature testimonianti lo sviluppo della ricerca scientifica, in generale, e farmacologica, in particolare.