la-pieta-rondanini-di-michelangelo

la-pieta-rondanini-di-michelangelo

La Pietà Rondanini di Michelangelo

Piazza Castello, 20121 Milano, Italia

by Lara Kipling
113

Overview

Incompiuta, è senz'altro l'opera più straziante dello scultore. E' l'ultima alla quale ha messo mano fino a qualche giorno prima di morire all'età di 89 anni. Michelangelo l'aveva cominciata 12 anni prima, verso il 1552, e poi abbandonata. Quando la riprende nel 1563, spezza il primo corpo del Cristo - di questa prima versione ci rimane ancora un braccio staccato dal blocco principale - per scolpirlo, con una sublime intuizione, nel corpo stesso della Vergine, come se lei dovesse generarlo di nuovo per dargli la sua morte spirituale. Da qui la totale e commovente fusione della madre e del figlio, in cui sembra quasi impossibile poter dire chi dei due porta l'altro. La Pietà Rondanini oltre che per l'audacia della concezione colpisce soprattutto per la totale rottura con l'estetica strettamente rinascimentale della Pietà di Roma. A più di mezzo secolo di distanza e ai due estremi della vita dell'artista, le due opere si richiamano e si completano. Dall'una all'altra, dalla serenità luminosa della prima allo spogliamento patetico della seconda, ci viene offerto, con una rara densità, l'arco di una esistenza, l'affascinante percorso di un genio fuori del comune, che ha trasformato radicalmente l'uomo dalla fede profonda e l'artista visionario. L'opera è esposta nel castello Sforzesco di Milano