palio-dei-castelli

palio-dei-castelli

Palio dei Castelli

21043 Castiglione Olona VA, Italia

by Lara Kipling
82

Overview

Il Palio dei Castelli è una manifestazione a carattere rievocativo che si svolge a Castiglione Olona, solitamente nella seconda settimana di luglio, in ricordo dell'importante passato rinascimentale della cittadina. Si compone di vari momenti, di cui il più sentito ed affascinante è certamente la "Corsa delle botti". Tradizionalmente il "Palio dei castelli" si articola in tre giorni, da venerdì a domenica, in un periodo variabile tra la prima e la seconda settimana di Luglio. In questi tre giorni si susseguono una serie di eventi, rimasti abbastanza fissi nel corso degli anni. Il venerdì, giorno dell'inaugurazione del Palio, il corteggio storico muove dal palazzo del cardinal Branda Castiglioni, raggiungendo l'antica chiesa dei Santi Stefano e Lorenzo, la cosiddetta Collegiata di Castiglione Olona, dove avviene la cerimonia di apertura e benedizione del nuovo Palio, alla presenza delle autorità civili e religiose. Il secondo giorno il corteggio raggiunge il castello di Monteruzzo, dove, alla presenza dei musici di corte e dei dignitari di palazzo viene investito il "Capitano del Palio", incaricato simbolicamente di "vegliare sulla correttezza e la lealtà dei partecipanti alla tenzone". Dopo la consegna delle chiavi del borgo è il Capitano a dare il via alla corsa dei cerchi, la prima delle gare previste. Il terzo giorno, la domenica, è la giornata più intensa per i partecipanti e per gli spettatori. Nella piazza del borgo viene drammatizzato il tema storico, con l'aiuto di attori professionisti, dopoché il corteo, partendo da palazzo Castiglioni, attraversa tutto il paese, toccando non solo il borgo rinascimentale, ma anche quelle aree edificate in seguito. Lungo il percorso, ormai da qualche anno, l'attrazione principale è rappresentata dagli sbandieratori di Alba, che si esibiscono nei giochi di abilità che hanno conferito loro diversi premi anche a livello internazionale. La parata si conclude nuovamente al Castello di Monteruzzo dove, dopo cena, si ricompone il corteo, in attesa dell'arrivo delle botti, che nel frattempo hanno dato il via alla loro competizione. Negli ultimi anni il programma è stato leggermente modificato e, a questi elementi tradizionali, se ne sono aggiunti altri, come la grande partita di scacchi viventi, realizzata in collaborazione con la Società Scacchistica “Città di Varese” e lo spettacolo, misto tra teatro e pirotecnia, che si svolge l'ultima sera nell'anfiteatro naturale formato dal pendio su cui si erge il castello di Monteruzzo. L'arco di tempo in cui il Palio si svolge è stato di conseguenza ampliato da tre giorni a due settimane, all'interno delle quali si svolgono le varie parti della manifestazione. La corsa delle botti rappresenta il culmine della manifestazione. Durante questa gara otto squadre, rappresentanti di tutti gli otti rioni del borgo, si sfidano, ognuno con la propria botte, cercando di farla rotolare per le vie del borgo il più velocemente possibile, per aggiudicarsi il Palio. Ogni squadra è composta da 5 elementi, che si possono alternare come meglio credono nella spinta delle pesanti botti, senza però sollevarle da terra ed impegnandosi ad ogni modo a farle giungere fino al traguardo integre. Principale difficoltà della gara è rappresentata da alcuni tratti in salita che gli atleti devono percorrere, oltre che dal peso della botte. Inoltre le botti non hanno lo stesso peso, ma vengono assegnate alle squadre tramite sorteggio, lasciando alla fortuna una ampia parte nella decisione del vincitore finale.