montegridolfo-secret-world

montegridolfo-secret-world

Montegridolfo... - Secret World

47837 Montegridolfo RN, Italia

Simona Bertoli
by Simona Bertoli
10

Overview

La provincia di Rimini è ricca di borghi unici da scoprire, tra cui Montegridolfo. Immerso nella natura dell'alta provincia riminese, tra ulivi e viti, questo è anche uno tra i villaggi storici più belli d'Italia. Qui, lontani dal resto del mondo, tra gli edifici in mattone, si respira un'atmosfera magica capace di infondere pace e tranquillità. Due valli, quella dei fiumi Conca e Foglia, ne attraversano il territorio, ultimo lembo della Romagna prima di varcare il confine con le Marche. Tutt’intorno uliveti secolari, viti e allori punteggiano un orizzonte fatto di dolci crinali e paesaggi mozzafiato.Anche se citato per la prima volta in un documento del 1148, il territorio su cui sorge Montegridolfo ebbe – come gran parte della Val Conca – un’iniziale attività di popolamento durante il periodo romano e altomedievale. Espressione tipica dell’architettura malatestiana, il borgo presenta una pianta poligonale controllata da quattro torrioni e mura a sbalzo con un caratteristico torrione all’ingresso dell’abitato. Con le strette e pittoresche vie, le locande e la chiesa parrocchiale, appare oggi una specie di piccola bomboniera racchiusa in una palla di vetro protetta dallo scorrere del tempo. Dalla piazzetta centrale tre viottoli convergono verso Palazzo Viviani, l’unica casa patrizia del borgo e centro direttivo di un albergo “diffuso” che coinvolge l’intero abitato.Più che per le cose da vedere (il paese è veramente piccolo), è l’atmosfera che si respira all’interno del borgo che offre, insieme al contesto paesaggistico, qualcosa di magico a chi lo visita. Tra gli edifici, tutti rigorosamente in mattoni: il Castello Malatestiano (XIV sec), sede del Comune; la Chiesa di San Rocco, databile a poco prima del 1400 che conserva al suo interno due affreschi (due dei quali sovrapposti) e un dipinto su tela del Cagnacci; il Santuario della Beata Vergine delle Grazie posto nella vicina località di Trebbio, e infine il Museo della Linea dei Goti con oggetti, documenti e reperti bellici legati alla Seconda Guerra Mondiale.