arezzo

arezzo

Arezzo

52100 Arezzo AR, Italia

Lara Kipling
by Lara Kipling
303K

Overview

Una volta ad Arezzo, presto ci si rende conto che molte cose interessanti da vedere ruotano alla figura di Piero della Francesca ed alle sue opere. La gotica Basilica di San Francesco ospita il ciclo di affreschi della “Leggenda della Vera Croce” , che è considerata una delle opere più importanti dell’ artista. Nel giorno del nostro arrivo, le previsioni meteo promettevano pioggia, per cui inizialmente abbiamo deciso di sfruttare la presenza del sole per continuare a camminare, lasciando la visita alla basilica a più tardi. Conservati nella principale cappella Bacci, situata dietro l’altare, gli affeschi di Piero della Francesca sono un po’ difficili da vedere, ma alcune foto alla porta spiegano le diverse sezioni del ciclo in modo dettagliato. Incentrati sulla “Leggenda della Vera Croce“, gli affreschi narrano la storia dell’ albero della vita, come fu nascosto e poi ritrovato ed infine utilizzato per costruire la croce sulla quale fu sacrificato Cristo. Alcune parti dell’ opera purtroppo sono mancanti, tuttavia gli affeschi e la grande basilica, con un bel rosone sulla facciata, sono molto interessanti. La Piazza Grande è il cuore della città di Arezzo. La piazza, come altre zone della città, è stata scelta come set per alcune scene del film “La vita è bella” di Roberto Benigni, che vengono ricordate con alcuni poster e cartelli. Sfortunatamente in questo periodo stanno sostituendo i caratteristici mattoni rossi della pavimentazione della piazza, che al momento è chiusa. Noi abbiamo potuto camminare solo lungo il suo perimetro, vedendo però l’ elegante Loggia del Vasari lungo uno dei lati della piazza ed i diversi caffè e ristoranti, che la caratterizzano e rendono perfetta per una sosta o un pranzo veloce. La Pieve di Santa Maria, in stile gotico, ha un’ abside circolare che si affaccia proprio su Piazza Grande. La chiesa ha una bella facciata e una torre con molte colonne e finestre. Ci sono particolarmente piaciute le figure scolpite sulla facciata, proprio sopra il portone principale, che raffigurano i dodici mesi dell’ anno e risalgono al Medioevo. Salendo ancora su per la città siamo arrivati fino alla Cattedrale di San Donato, ovvero il Duomo, con le sue splendide vetrate dipinte. Qui abbiamo approfondito le nostre conoscenze su Piero della Francesca, che qui attorno al 1460 dipinse un bell’ affresco di Maria Maddalena, sulla navata sinistra. L’ affresco ha dei colori così vivaci che è difficile credere che abbia più di 500 anni! Molti edifici e chiese di Arezzo sono di color giallo chiaro e questo, abbiamo scoperto presto, perchè buona parte della città è stata costruita con la pietra “arenaria”, una roccia locale composta da granuli di piccole dimensioni. Non meraviglia quindi che la città sia caratterizzata da questo tono chiaro, quasi color sabbia. Dopo un’ ottima cena ed una buona dormita, il mattino seguente ci siamo svegliati pieni di energie per visitare la grande mostra dedicata ai Della Robbia al Museo Statale di Arte Medievale e Moderna, il maggior evento organizzato al momento in città. Famosi per aver inventato la tecnica della terracotta invetriata nel XV secolo, la famiglia dei Della Robbia si specializzò nel creare sculture che ancora oggi decorano molte chiese ed edifici in Toscana ed in Italia, come ad esempio lo Spedale degli Innocenti a Firenze. La mostra “I Della Robbia, dialogo tra le Arti nel Rinascimento” è aperta fino al 7 Giugno 2009 e vale davvero la pena di essere vista. Maggiori informazioni si trovano sul sito ufficiale http://www.mostradellarobbia.it/ . Nel primo pomeriggio dovevamo ripartire, per cui non siamo riusciti a vedere la Croce di Cimabue alla Basilica di San Domenico e la casa natale di Vasari, ma Arezzo ci è piaciuta così tanto che sicuramente ci torneremo presto! In Piazza Grande si svolgono alcuni interessanti appuntamenti che vale la pena ricordare. La piazza ospita infatti la famosa Giostra del Saracino, rievocazione storica che si tiene ogni anno in Giugno e Settembre e la bella Mostra Antiquaria, organizzata il primo weekend di ogni mese.