cioccolata-gay-odin

cioccolata-gay-odin

Cioccolata Gay Odin

Salita Vetriera, 12, 80132 Napoli, Italia

by Lara Kipling
113

Overview

Un biglietto solo andata di terza classe ed in valigia tutti i risparmi messi da parte. Inizia così a fine '800 il viaggio verso Napoli dell'allora ventireenne Isidoro Odin, giovane cioccolatiere di Alba. Ma cosa lo spinge a partire verso la città partenopea? Isidoro ha voglia di sperimentare ed è in cerca di una città che sappia apprezzare i suoi nuovi esperimenti e le combinazioni di sapori senza limitazioni. Napoli, che a fine Ottocento è un centro culturale di grande importanza, alla pari di Londra, Parigi e Vienna, rappresenta il luogo più adatto a lui. La città partenopea è un ritrovo di intellettuali ed artisti provenienti da tutta Europa ed Isidoro subisce il fascino di quella folla che anima fino a notte fonda via Toledo, quella folla che rappresenta lo spirito della città e che è stata d'ispirazione per i più famosi scrittori e pittori dell'epoca. L'incontro tra Isidoro e la città di Napoli rappresenta un'unione perfetta: sarà proprio il popolo napoletano, così amante dei peccati di gola, ad ispirare le sue creazioni più ricercate.. La bellezza e la tradizione partenopea affascinano così tanto Isidoro che si stabilisce nel quartiere Chiaia, salotto buono della città. Tra sartorie e caffè inizia a diffondersi un profumo nuovo, tutta la città inizia a parlare del giovane forestiero che sta addolcendo la vita dei napoletani. Isidoro non si stanca mai: ogni sera, dopo la chiusura, sperimenta nuove armonie tra gli ingredienti e tempi di tostatura. Tutti i prodotti che la mattina dopo saranno esposti in vetrina sono il risultato di tutta la sua creatività e passione. Nasce così un posto magico, a metà strada tra un laboratorio e un negozio: è la prima bottega Gay Odin, semplice ma elegantemente arredata tanto da essere stata inserita tra i locali storici d'Italia.