monastero-di-santarosa-da-lima

monastero-di-santarosa-da-lima

Monastero di Santarosa da Lima

84010 Conca dei Marini SA, Italia

by Lara Kipling
116

Overview

Il monastero fu costruito nel 1681 sulle mura dell'antica chiesa di Santa Maria di Grado che, ridotta in rovine, fu donata dal comune di Conca dei Marini alla badessa sorella Rosa Pandolfo, discendente di una ricca e nobile famiglia italiana. Sorella Pandolfo aveva da sempre espresso il desiderio di costruire, di fianco alla chiesa, un monastero per ospitare le "Sacre Vergini". Il Monastero venne dedicato a Santa Rosa da Lima, che aveva preso i voti del terzo ordine Domenicano. Nel corso degli anni le Suore aiutarono in svariati modi la popolazione locale. L'opera più importante fu scavare un canale che dal Monte Vocito portava acqua al convento, e da lì a Piazza Olmo, dove venne costruita una Fontana per fornire acqua corrente agli abitanti di Conca dei Marini. Una lapide commemorativa ricorda ancora oggi questo nobile gesto. Le suore misero a disposizione della comunità le proprie conoscenze farmaceutiche, preparando medicinali e rimedi per le malattie più comuni. E divennero note anche per le loro doti culinarie: ad esse si deve la ricetta delle famosissima sfogliatella Santa Rosa. Poiché erano monache di clausura, fu costruita accanto alla chiesa una ruota in legno: seppur rimanendo invisibili grazie all'anonimato che la ruota garantiva loro, poterono elargire rimedi farmaceutici o sfogliatelle al popolo e ai viandanti che in cambio donavano le proprie offerte. Intorno al 1866, a seguito delle leggi eversive dell'asse ecclesiastico, l'insediamento religioso fu costretto a traslocare e il monastero fu abbandonato. Dopo anni di incuria, l'hotelier Massimilano Marcucci di Publio acquistò il sito trasformandolo, nel 1934, in un hotel che ben presto divenne rinomato per l'eccellente ospitalità, la serenità dei luoghi e, ovviamente, per il panorama mozzafiato che offriva da ogni sua stanza. Moltissime le personalità illustri dell'albergo, tra cui il grande Edoardo De Filippo. L'Hotel Santa Rosa divenne ben presto uno dei 39 Relais Château in Italia, contraddistinto dal motto "A ogni finestra il sole, da ogni finestra il Mare". Alla morte dell'ultimo discendente della famiglia Marcucci e dopo alterne vicissitudini, dovute forse al fatto di non esser riusciti a conformarsi ai nuovi modi di fare turismo, l'albergo fu abbandonato e dimenticato. Nel 1999, l'americana Bianca Sharma, nel corso di una crociera con amici nella Baia di Salerno, è rapita dalla bellezza struggente di questo edificio abbandonato che si affaccia sul mare. Lo splendido panorama che la circonda fa il resto... ed è amore a prima vista. Decide di acquistare l'edificio e trasformarlo in uno dei migliori alberghi e Spa del mondo. Il Monastero Santa Rosa è così oggi una delle dimore storiche più belle ed importanti della Costiera Amalfitana, un super esclusivo Boutique Hotel e Spa ristrutturato con rigore filologico e nel rispetto delle sue radici spirituali e della ricchezza della sua storia.