ombelico-ditalia

ombelico-ditalia

Ombelico d'Italia

Piazza S. Rufo, 02100 Rieti RI, Italia

by Lara Kipling
120

Overview

Il nome della città di Rieti è tradizionalmente associato all’etichetta di “centro d’Italia”: i Romani individuarono infatti il punto mediano della nostra penisola in Piazza San Rufo, dove sorge un particolare monumento che gli abitanti del capoluogo sabino sono soliti indicare con il nome di “caciotta” per via dell’aspetto tondeggiante che ricorda il profilo di una forma di formaggio. L’opera fu realizzata a cavallo tra gli anni ’80 e ’90 in seguito al gemellaggio tra Rieti e la capitale georgiana Tblisi: la “caciotta” sembra richiamare il basamento di una colonna e presenta sulla propria superficie il disegno della penisola italiana, corredato dall’epigrafe “Umbilicus Italiae” che percorre la semicirconferenza del monumento stesso. Un centro conteso – La “caciotta” di Piazza San Rufo assurge al ruolo di segno tangibile del conteso primato sul centro geografico d’Italia: le testimonianze dei letterati Marco Terenzio Varrone, Dionigi di Alicarnasso e Virgilio hanno consegnato per secoli alla città il ruolo indiscusso di “Umbilicus Italiae”, tuttavia il progresso scientifico ha aperto la strada alle più disparate discussioni sull’effettiva validità di tale particolarità geografica. L’Istituto Geografico Militare ha attribuito il primato alla città di Narni, in provincia di Terni: i diversi criteri di misurazione adottati hanno inserito nella contesa anche Foligno, Orvieto, Monteluco e addirittura un parcheggio di Torre Spaccata, quartiere periferico di Roma.