fumalbo-il-borgo-dei-celti-secret-world

fumalbo-il-borgo-dei-celti-secret-world

Fumalbo, il borgo dei Celti... - Secret World

41022 Fiumalbo MO, Italia

Simona Bertoli
by Simona Bertoli
3

Overview

Siamo in provincia di Modena, al confine con la Toscana, immersi nel verde del Parco del Frignano. Qui, ai piedi del Monte Cimone, tra antiche case in pietra dalle architetture medievali e caratteristici villaggi celtici, si trova il piccolo borgo di Fiumalbo noto anche come 'il borgo dei celti', per via delle influenze del popolo nella zona che ha lasciato in eredità delle capanne che si possono ancora visitare. La storia di questo piccolo comune si misura nei sentieri, nelle mulattiere e nelle antiche vie montane che da sempre collegano la Pianura Padana alla costa tirrenica attraverso l’Appenino. Un’area di passaggio il cui popolamento durante l’età romana, ma anche prima – pensiamo all’occupazione celtica – dovette essere verosimilmente molto fluido. I primi insediamenti si fanno risalire a Liguri Friniati, qui rifugiati attorno al 175 a.C. dopo essere stati sconfitti dal Console Marco Claudio Marcello ma le prime vere notizie del borgo sono datate al 1038 d.C., quando il Marchese Bonifacio, padre della famosa Matilde di Canossa, donò al Vescovo di Modena la «Rocca che si chiama Fiumalbo». Da quanto sappiamo, e dai resti ancora oggi conservati, il villaggio doveva allora comporsi di una rocca contraddistinta da tre torri, l’antica chiesa di San Bartolomeo, un piccolo borgo fortificato e una porta monumentale d’accesso.Rimasto nell’orbita del ducato Estense, Fiumalbo mantenette per secoli il carattere isolato tipico di qualunque altro paesino di montagna, segnando un primo e vero sviluppo nel corso del 1600 e successivamente nell’Età Moderna a seguito della grande ricostruzione avvenuta all’indomani del tremendo terremoto che aveva distrutto parte dell’abitato nel 1920. Questo borgo è un luogo perfetto da scoprire anche d'estate per escursioni a piedi attraversando boschi di abeti e faggi.